Reddito di quarantena subito!



La salute viene prima: stop davvero a tutte le attività non essenziali e supporto allo sciopero generale di domani 25 marzo.
L’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus, con le misure di prevenzione che richiede, può essere affrontata solo con l’introduzione di un reddito di quarantena e di altri provvedimenti straordinari:
Un reddito di quarantena per tutti coloro che hanno perso lavoro e reddito a causa del Coronavirus, per esempio: precari, partite iva, piccoli professionisti, lavoratori dipendenti, cooperative, lavoratori a progetto, addetti alle pulizie, lavoratori di bar, ristoranti e mense, artisti precari. La misura va estesa a tutte le persone che sono prive di reddito e che prima della pandemia - in un modo o nell'altro - riuscivano ad arrangiarsi praticando economia di sussistenza e informale.
Blocco degli affitti e delle bollette
Sospensione dei mutui
Stop immediato alle attività produttive non essenziali: dalle fabbriche agli uffici pubblici.
Tutela degli emigrati sardi che si ritrovano senza reddito (e quindi senza soldi per acquistare cibo e pagare affitto e bollette): soli e isolati al di fuori della Sardegna.
Potenziamento della garanzia in favore delle piccole imprese con scoperti di conto da trasformare in mutui tasso zero

Posta un commento

0 Commenti